IC MARANO

PTOF – Piano Triennale dell’Offerta Formativa

 

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia.

Ogni istituzione scolastica lo predispone con la partecipazione di tutte le sue componenti ed è rivedibile annualmente, è coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi tipi e indirizzi di studi, determinati a livello nazionale a norma dell’articolo 8, e riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell’offerta formativa.

Il PTOF indica, quindi, la meta che tutta la comunità scolastica si impegna a raggiungere, attraverso la condivisione dell’azione educativa con le famiglie e la positiva interazione con il territorio.

In linea con gli anni scolastici precedenti, il PTOF tiene conto, nell’individuazione degli obiettivi didattici ed educativi e delle scelte metodologiche:

–  dei traguardi per lo sviluppo delle competenze aggiornati alle più recenti Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2018;
–  delle peculiarità del contesto territoriale considerate in termini di risorse e di bisogni formativi rilevati.


Il Curricolo d’Istituto

Il Curricolo di Istituto è “espressione della libertà d’insegnamento e dell’autonomia scolastica e, al tempo stesso, esplicita le scelte della comunità scolastica e l’identità dell’istituto. La costruzione del curricolo è il processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e l’innovazione educativa” (Indicazioni Nazionali del Primo Ciclo 2012).
Gli insegnanti del nostro Istituto hanno definito il Curricolo in verticale (Primaria – Secondaria), riconducendolo al Quadro europeo delle otto competenze chiave per l’apprendimento permanente (Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 maggio 2018).

Le otto competenze chiave:

  • Competenza alfabetica funzionale
  • Comunicazione multi-linguistica
  • Competenza matematica e competenze in scienza, tecnologia e ingegneria
  • Competenza digitale
  • Competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare
  • Competenze in materia di cittadinanza
  • Competenza imprenditoriale
  • Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale

costituiscono il riferimento anche per la progettazione di tutte le attività di ampliamento dell’offerta formativa.

Gli obiettivi di apprendimento sono declinati in termini di abilità e conoscenze, nelle forme ritenute più idonee a raggiungere i traguardi per lo sviluppo delle competenze, con particolare attenzione alle condizioni di contesto, didattiche e organizzative, nella prospettiva di un insegnamento ricco ed efficace. I curricoli disciplinari sono stati esplicitati nel Curricolo di Istituto per classe:


L’Educazione Civica nel Curricolo d’Istituto

Nel corso dell’a.s. 2020/2021 le istituzioni scolastiche sono chiamate a rileggere/ricalibrare (se necessario) il loro Curricolo d’Istituto al fine di ricomprendervi le seguenti tematiche, tenendo a riferimento le diverse età degli alunni e i diversi gradi di istruzione ed evitando la stesura di curricoli autonomi:

  1. ​Costituzione, istituzioni dello Stato italiano, dell’Unione europea e degli organismi internazionali; storia della bandiera e dell’inno nazionale;
  2. Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015;
  3. educazione alla cittadinanza digitale;
  4. elementi fondamentali di diritto, con particolare riguardo al diritto del lavoro;
  5. educazione ambientale, sviluppo ecosostenibile e tutela del patrimonio ambientale, delle identità, delle produzioni e delle eccellenze territoriali e agroalimentari;
  6. educazione alla legalità e al contrasto delle mafie;
  7. educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni;
  8. formazione di base in materia di protezione civile.

La normativa si focalizza in particolare su:

  • Conoscenza della Costituzione Italiana come fondamento dell’insegnamento dell’educazione civica (L. 92/19, art. 4, comma 1)
  • Acquisizione di conoscenze e abilità digitali essenziali, nell’ottica di un’educazione alla cittadinanza digitale, considerata competenza fondamentale (L. 92/19, art. 5, comma 2).

Il concetto chiave che collega tutte le tematiche sopra elencate è quello di ​responsabilità​, declinato in tutti gli ambiti della realtà, dal digitale al sociale, passando per la salvaguardia del patrimonio naturale locale e globale. Una responsabilità che prende forma con l’acquisizione di conoscenze, la messa in pratica di atteggiamenti rivolti a sé, agli altri ed al contesto, nonché il concretizzarsi di azioni volte alla cooperazione e alla solidarietà.
Il nostro Istituto ha quindi predisposto un curricolo progettuale di Educazione Civica di 33 ore, calibrato per ogni ordine di scuola, nel quale sono elencati i traguardi previsti dal D.M. 35/2020, le abilità, le conoscenze e le relative competenze chiave europee e di cittadinanza e stabiliti criteri e modalità di valutazione, ad integrazione di quello dei vari ambiti disciplinari.